Colelitiasi (calcoli biliari)


Addome | Gastroenterologia | Colelitiasi (calcoli biliari) (Disease)




CholedoCholelithiasis chiamato anche calcoli biliari è la solidificazione cristallina formata allinterno della cistifellea a causa dellaccumulo di componenti della bile.

I calcoli biliari si dividono in tre varietà: calcoli di colesterolo - variano nel colore dal giallo chiaro al verde scuro o marrone e sono ovali 2 a 3 cm di lunghezza, spesso con una piccola macchia scura centrale; piccole pietre scure, fatte di bilirubina e sali di calcio, e calcoli biliari misti.

I sintomi che si possono verificare sono: dolore nella parte superiore destra o centrale superiore delladdome, febbre, ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi, condizione chiamata ittero, feci color argilla, nausea e vomito. Il blocco del dotto cistico, dotto biliare comune o da calcoli biliari può causare complicazioni come: colecistite acuta, colangite, colecistite - cronica; coledocolitiasi e pancreatite.

Cause e fattori di rischio

I calcoli sono la causa di accumulo di componenti della bile, ma può passare in altre parti delle vie biliari, come il dotto cistico, coledoco, o dotto pancreatico.

Ad aumentare il rischio di calcoli biliari in via di sviluppo è : midollo osseo o trapianto di organi solidi, diabete, insufficienza della cistifellea di bile,cirrosi epatica e le infezioni delle vie biliari, condizioni mediche che causano al fegato la formazione di troppa bilirubina, come ad esempio una cronica anemia emolitica, anemia falciforme, rapida perdita di peso da una dieta molto ipocalorica, o dopo la chirurgia bariatrica e ricevendo una nutrizione attraverso una vena per un lungo periodo di tempo (poppate per via endovenosa).

Diagnosi e trattamento

La diagnosi viene confermata dopo le seguenti indagini: esame del sangue (livelli di bilirubina, i livelli degli enzimi epatici, test di funzionalità epatica, la conta dei globuli bianchi) esami ad immagini (ecografia addominale, colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP), colangiopancreatografia con risonanza magnetica (CPRM), colangiografia percutanea transepatica (PTCA).

Il trattamento può essere medico o chirurgico, e comporta la rimozione della colecisti nota anche come colecistectomia.

...