Alzheimer


Testa | Neurologia | Alzheimer (Disease)




La malattia dell’alzheimer (AD) è la forma più comune di demenza. Non esiste una cura per la malattia che peggiora man mano che procede e può condurre alla morte.

Nella malattia dell’alzheimer, le cellule cerebrali degenerano e muoiono, provocando un costante declino della memoria e delle funzioni mentali. I primi sintomi della malattia dell’alzheimer si possono notare quando sono in aumento gli episodi di dimenticanza e una lieve confusione. Nel corso del tempo, la malattia ha un impatto crescente sulla memoria e sulla capacità di parlare e scrivere in modo coerente, sul giudizio e il problem solving. Cambiamenti cerebrali associati alla malattia dell’alzheimer sono: la memoria, disorientamento e fraintendendo, parlare e scrivere, il pensiero e il ragionamento, il giudizio e le decisioni, la pianificazione e lesecuzione di attività familiari e cambiamenti di personalità e del comportamento. Le persone con esperienza di Alzheimer possono soffrire di: depressione, ansia, ritiro sociale, sbalzi dumore, sfiducia negli altri, irritabilità e aggressività, cambiamenti nelle abitudini del sonno e il vagare.

Cause e fattori di rischio

La causa dell’alzheimer è ancora essenzialmente sconosciuta. Gli scienziati ritengono che per la maggior parte delle persone, la malattia dell’alzheimer è il risultato di una combinazione di fattori genetici, stile di vita e fattori ambientali che influenzano il cervello nel corso del tempo. I fattori di rischio per la malattia dell’alzheimer sono: genetica, età, sesso, stile di vita e la salute del cuore.

Diagnosi e trattamento

La malattia dell’ Alzheimer può essere definitivamente diagnosticata dopo la morte, quando il cervello può essere attentamente esaminato e compaiono microscopici cambiamenti causati dalla malattia, i vari test effettuati riportano come questi cambiamenti siano legati sicuramente per il 90% alla malattia dell’ Alzheimer.

Non ci sono trattamenti farmacologici disponibili che possono fornire una cura per il morbo di Alzheimer. Tuttavia, i farmaci disponibili sono stati studiati per migliorare i sintomi, o rallentare temporaneamente in alcune persone la loro progressione.

...