Idrocefalo (fluida sul cervello)


Testa | Neurologia | Idrocefalo (fluida sul cervello) (Disease)




Il termine idrocefalo deriva dal greco idro-acqua e testa Cefalo. Come suggerisce il nome, è una condizione in cui la caratteristica principale è un eccessivo accumulo di liquido nel cervello. Anche se l’idrocefalo una volta era conosciuto come acqua nel cervello, lacqua è in realtà liquido cerebrospinale (CSF) - un liquido chiaro che circonda il cervello e il midollo spinale.

Il sistema ventricolare è costituito da quattro ventricoli collegati da stretti passaggi. Normalmente, CSF scorre attraverso i ventricoli, esce in cisterne (spazi chiusi che fungono da serbatoi) alla base del cervello, bagna le superfici del cervello e del midollo spinale, e poi si riassorbe nel flusso sanguigno.

CSF ha tre importanti funzioni di sostegno della vita: 1) per mantenere il tessuto cerebrale vivace, fungendo da ammortizzatore, 2) di agire come veicolo per la consegna di sostanze nutritive al cervello e la rimozione dei rifiuti, e 3) per scorrere tra il cranio e della colonna vertebrale e di compensare le variazioni di volume del sangue intracranico (la quantità di sangue allinterno del cervello).

Lequilibrio tra la produzione e lassorbimento di CSF è di fondamentale importanza. Perché se si presenta sempre una condizione con CSF si blocca il flusso normale e lassorbimento si tradurrà in un eccesso di accumulo di liquido cerebrospinale. La risultante pressione del fluido contro il tessuto cerebrale è ciò che provoca lidrocefalo.

Cause e fattori di rischio

Laccumulo eccessivo si formerà abnorme degli spazi nel cervello chiamati ventricoli. Tale allargamento crea pressione potenzialmente dannosa sui tessuti del cervello.

Diagnosi e trattamento

L’drocefalo è spesso trattato chirurgicamente inserendo un sistema di shunt. Questo sistema devia il flusso del CSF dal SNC in unaltra zona del corpo dove può essere assorbito come parte del processo circolatorio normale.

...