La narcolessia (sonno incontrollabile)


Testa | Neurologia | La narcolessia (sonno incontrollabile) (Disease)


La narcolessia è un disordine patologico caratterizzato da un improvviso bisogno di sonno durante il giorno,giorno. Questa fase può durare da alcuni secondi a più di unora.

Il primo sintomo a comparire è un eccessiva sonnolenza diurna, che può rimanere non riconosciuta per lungo tempo in quanto si sviluppa gradualmente nel tempo. Gli altri sintomi possono seguire leccessiva sonnolenza diurna da mesi o anni. Altri sintomi includono: disturbi del sonno notturno e comportamento automatico (pazienti svolgere determinate azioni senza consapevolezza cosciente). Tutti i sintomi della narcolessia possono essere presente in varie combinazioni e gradi di gravità. Altri sintomi principali della narcolessia includono: perdita di tono muscolare (cataplessia), percezioni distorte (allucinazioni ipnagogiche), e lincapacità di muoversi o parlare (paralisi del sonno).

Cause e fattori di rischio

La narcolessia di solito inizia in adolescenti o giovani adulti e colpisce entrambi i sessi allo stesso modo.

I progressi sono stati fatti negli ultimi anni nel determinare la causa della narcolessia. Lultimo ritrovamento è stato il ritrovamento di anomalie nella struttura e funzione di un particolare gruppo di cellule nervose, chiamate neuroni ipocretina, nel cervello dei pazienti con narcolessia. Queste cellule si trovano in una parte del cervello chiamata ipotalamo e normalmente secernono sostanze di neurotrasmettitori (sostanze chimiche rilasciate dalle cellule nervose di trasmettere messaggi alle altre cellule) chiamati hypocretins.

Anomalie del sistema dell’ipocretina possono essere responsabili per la sonnolenza diurna e sonno REM anormale trovato nella narcolessia.

Si teorizza che una reazione autoimmune provoca la perdita delle cellule nervose del cervello in pazienti con narcolessia. Lambiente (per esempio, linfezione o trauma) potrebbe innescare una reazione autoimmune in cui vengono attaccati cellule cerebrali normali dal sistema immunitario del corpo. Come risultato, i neuroni sono danneggiati e infine distrutti, e i loro prodotti chimici neurotrasmettitori scompaiono. Se la narcolessia sia una malattia autoimmune è ancora da dimostrare.

Diagnosi e trattamento

Non esiste una cura nota. Lobiettivo del trattamento è quello di ridurre i sintomi. Modifica le attività comportamentali, come la riduzione dello stress, evitare pasti pesanti, e pisolini diurni possono ridurre gli episodi. I farmaci possono essere necessari e comprendono: destroanfetamina, metilfenidato, e modafinil.

...