Pesticidi organofosfati sovradosaggio (od)


Generale o Altro | - Altri | Pesticidi organofosfati sovradosaggio (od) (Disease)




Pesticidi organofosfati, carbammati, pesticidi e composti organofosforici (agenti nervini) sviluppati per la guerra chimica (che sono stati utilizzati in attacchi terroristici) inibiscono lacetilcolinesterasi, con conseguente eccesso di stimolazione colinergica. Questi prodotti chimici vengono assorbiti per inalazione, per ingestione e attraverso la pelle.

Ci sono parecchie differenze importanti tra gli agenti nervosi e gli insetticidi. Gli insetticidi sono oleosi, liquidi meno volatili, con un inizio più lento di tossicità, ma di più lunga durata degli effetti. Agenti nervini sono in genere acquosi e volatili, agiscono rapidamente e severamente, ma per un periodo di tempo più breve. Gli insetticidi carbammati hanno una penetrazione più limitata del sistema nervoso centrale.

I sintomi sono: sovrastimolazione muscarinici di disturbi visivi, senso di oppressione toracica, respiro affannoso a causa di broncocostrizione, aumento delle secrezioni bronchiali, aumento della salivazione, lacrimazione, sudorazione, peristalsi.

Cause e fattori di rischio

Gli effetti sulla salute associati con l’avvelenamento sono il risultato di un eccesso di acetilcolina (ACh), presente in diversi nervi e recettori nel corpo. Quando ciò si verifica sintomi come debolezza muscolare, stanchezza, crampi muscolari, fascicolazioni e paralisi possono comparire. I sintomi associati a questo sono: tachicardia, ipertensione, e ipoglicemia, ansia, mal di testa, convulsioni, atassia, depressione della respirazione e della circolazione, tremore, debolezza generale, e potenzialmente coma.

La deglutizione di questi i veleni può avere effetti assai gravi su molte parti del corpo.

Diagnosi e trattamento

E un buon segno che la ripresa si verificherà se i pazienti continuano a migliorare nel le prime 4 - 6 ore dopo il trattamento medico.

Anche se i sintomi sono gli stessi per carbammato e organofosfati, il recupero è più difficile per organofosfati.

Gli antidoti attuali per avvelenamento da OP sono costituiti da un pretrattamento con carbammati e trattamenti con farmaci anti-colinergici. I farmaci anti-colinergici agiscono per contrastare gli effetti dell’ acetilcolina in eccesso e riattivare AChE

...