Attacchi di panico


Generale o Altro | - Altri | Attacchi di panico (Disease)


Gli attacchi di panico sono sensazioni improvvise di terrore che colpiscono senza preavviso. Questi episodi possono verificarsi in qualsiasi momento, anche durante il sonno.

Una persona che sperimenta un attacco di panico può credere di avere un attacco di cuore o che la morte sia imminente. La paura e il terrore che una persona sperimenta nel corso di un attacco di panico non è in proporzione alla situazione reale e può essere estranea a ciò che sta accadendo intorno.

La maggior parte delle persone con attacchi di panico presenta alcuni dei seguenti sintomi: battito cardiaco, sensazione di debolezza, svenimento, o vertigini, formicolio o intorpidimento delle mani e le dita, il senso di terrore, di morte imminente o di morte, sensazione di sudare o con brividi, dolori al petto , difficoltà di respirazione, sensazione di perdita di controllo.

Cause e fattori di rischio

La causa esatta non è completamente nota, ma ci possono essere una serie di fattori - tra cui la genetica, la chimica del cervello, e le sollecitazioni ambientali - sembrano contribuire al suo sviluppo.

Gli attacchi di panico sono generalmente brevi, della durata di meno di dieci minuti, anche se alcuni dei sintomi possono persistere per un tempo più lungo. Le persone che hanno avuto un attacco di panico sono a maggior rischio di avere attacchi di panico successivi rispetto a quelli che non li hanno mai avuti. . Quando gli attacchi si verificano ripetutamente, si ha una condizione nota come Disturbo di Panico.

I sintomi fisici che si verificano con gli attacchi di panico non debbono essere legati necessariamente a dei problemi fisici come : al cuore, petto, ecc

I sintomi si verificano soprattutto a causa di un eccessiva scarica d’impulsi nervosi dal cervello e alle varie parti del corpo. .

Durante un attacco di panico si tende a un eccesso di respiro (iperventilazione). Se si sviluppa una iper respirazione si corre il rischio di respirare troppa anidride carbonica capace di cambiare lacidità nel sangue. Questo può causare altri sintomi come confusione e crampi, palpitazioni, vertigini e formicolii . Questo può far sembrare l’attacco di panico ancora più spaventoso, facendo aumentare ancora maggiormente la respirazione .

Diagnosi e trattamento

Questo disturbo può essere efficacemente trattato con una serie di interventi tra cui le terapie psicologiche e i farmaci , i maggiori risultati soprattutto duraturi nel tempo si sono riscontrati con la terapia cognitivo-comportamentale , seguita da specifici inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina.

Un approccio psicoanalitico che identifica le cause reali può portare a rapida scomparsa dei sintomi.

...