Tigna del cuoio capelluto (tinea capitis)


Testa | Dermatologia | Tigna del cuoio capelluto (tinea capitis) (Disease)


Infezione nei capelli e la pelle del cuoio capelluto è associata a sintomi e segni di infiammazione e perdita dei capelli (soprattutto nei bambini in età prepuberale). I segni principali sono la perdita di capelli, ma di scala e linfiammazione acuta con eritema e formazione di pustole si possono verificare. I campioni devono essere inviati a laboratori con un particolare interesse e competenza in micologia. Il microscopio fornisce il mezzo più rapido di diagnosi, ma non è sempre positivo. Il microscopio se è positivo (se i peli o le scale sono visti per essere invasa da spore o ife) e conferma la diagnosi e permette di iniziare subito il trattamento.

Cause e fattori di rischio

Tinea capitis, o tigna del cuoio capelluto, è uninfezione esogena causata dalla dermatofiti Microsporum spp. e Trichophyton spp. Queste traggono origine da una serie di possibili fonti tra cui altri bambini o adulti (antropofilo), animali (zoofili) o suolo (geofili). Vi è una vasta gamma di presentazioni cliniche in particolare nei casi lievi.

Diagnosi e trattamento

Il trattamento di scelta dai dermatologi è un farmaco sicuro ed economico per via orale, griseofulvina, un metabolita secondario del fungo Penicillium griseofulvina. Questo composto è un fungistatico (inibire la crescita o la riproduzione di funghi) e quelli che interessano il sistema microtubulare di funghi, interferendo con il fuso mitotico e microtubules. ns il citoplasmatici può essere utilizzato.

...