Angioedema (gonfiore della lingua)


Bocca | Anestesia | Angioedema (gonfiore della lingua) (Symptom)


Descrizione:

L'angioedema, noto anche con il termine di edema di Quincke, è caratterizzato da un rapido rigonfiamento dei tessuti della lingua, che ne coinvolge derma, tessuto sottocutaneo, mucosa e tessuto submucosale. è molto simile all' orticaria, anche se l'orticaria appare nel derma superiore. Il termine edema angioneurotico è stato usato per questo disturbo perché si credeva che il sistema nervoso fosse coinvolto, ma questa ipotesi non è più condivisa.

L'angioedema può provocare improvvisa difficoltà di respirazione, deglutizione e parola, accompagnata da gonfiore di labbra, viso e collo a seconda della zona del corpo colpita. La pelle del viso, normalmente intorno alla bocca, la lingua e la mucosa di bocca e gola, si gonfiano durante un periodo che va da alcuni minuti ad alcune ore. Il gonfiore può verificarsi anche altrove, tipicamente nelle mani. Il gonfiore può causare prurito o dolore. Può anche verificarsi una leggera diminuzione della sensibilità nelle zone colpite, a causa della compressione dei nervi. L'orticaria può svilupparsi contemporaneamente.

L'angioedema che colpisce la gola e la laringe è potenzialmente pericoloso per la vita, perché il gonfiore può bloccare le vie aeree causando asfissia.

Cause

La causa più comune è una improvvisa reazione allergica al cibo. Meno comunemente, può essere il risultato di un'allergia a un farmaco come la penicillina, o una reazione a una puntura d'insetto, o ad infezioni, stress emotivo, o l'esposizione ad animali, muffe, pollini o condizioni fredde. Esiste anche una forma ereditaria della malattia.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi viene effettuata in base al quadro clinico. Vengono effettuati esami ematochimici di routine - emocromo completo, elettroliti, funzione renale, enzimi del fegato. I livelli di triptasi nelle cellule Mast possono essere elevati se l'attacco è dovuto a una reazione allergica acuta. Quando il paziente è stato stabilizzato, indagini specifiche possono chiarire la causa esatta.

I casi gravi sono trattati con iniezioni di adrenalina e possono richiedere l'intubazione o la tracheostomia, in cui si effettua chirurgicamente un buco nella trachea, per evitare il soffocamento. Possono essere somministrati anche farmaci corticosteroidi. Nei casi meno gravi, i farmaci antistaminici possono alleviare i sintomi. ...