Episodi ripetuti di vomito involontario


Bocca | Gastroenterologia | Episodi ripetuti di vomito involontario (Symptom)


Descrizione

Il vomito, noto anche come emesi, è l'espulsione forzata del contenuto dello stomaco. Il vomito è un sintomo comune di una varietà di malattie, disturbi e condiziono da lievi a gravi. Essa si verifica in tutti i gruppi di età e popolazioni e può o non può verificarsi con nausea. Il vomito con nausea è un sintomo di una malattia sottostante piuttosto che una specifica malattia in sé. A seconda della causa, il vomito può iniziare improvvisamente e scomparire rapidamente, come nel caso di intossicazione alcolica. Il vomito può anche ricorrere in più giorni, settimane o mesi, come il vomito a causa di malattia della mattina o pancreatite.

Cause

Le cause di vomito sono svariate e comprendono malattie di origine alimentare, infezioni, problemi con il cervello e col sistema nervoso centrale, e malattie sistemiche. Alcune malattie provocano nausea e vomito, anche se non c'è alcun coinvolgimento diretto dello stomaco o del tratto gastrointestinale. Gli esempi possono includere polmonite, infarto e sepsi. Il vomito può essere un effetto collaterale di farmaci, compresi quelli utilizzati nella chemioterapia del cancro, così come un effetto collaterale della radioterapia. Il vomito ripetuto o abbondante può provocare erosioni per l'esofago o piccole lacerazioni nella mucosa esofagea (lacrima di Mallory-Weiss). Questo può diventare evidente se sangue fresco rosso è mescolato con vomito dopo diversi episodi.

Il vomito prolungato ed eccessivo esaurisce l'acqua del corpo (disidratazione), e può alterare lo stato elettrolitico. Il vomito gastrico porta alla perdita di acido (protoni) e cloro. In combinazione con la risultante onda alcalina, questo porta ad alcalosi metabolica ipocloremica (bassi livelli di cloruro insieme a HCO3 alti e pH ematico di CO2 e aumento) e spesso ipopotassiemia (deplezione di potassio). ...