Inutilità (depressione)


Testa | Psichiatria | Inutilità (depressione) (Symptom)


Descrizione

La depressione, nota tra specialisti come disturbo depressivo maggiore (o disturbo unipolare) è uno dei disturbi dell'umore ed è caratterizzata dalla comparsa di uno o più episodi depressivi gravi. Secondo studi epidemiologici, la prevalenza di depressione maggiore è presente nel 5-9% delle donne e nel 2-3% degli uomini, con valori più alti tra i 25 ei 44 anni e un piccolo picco nell'adolescenza. Il rischio di episodio depressivo maggiore nel corso della vita giunge fino al 25% per le donne e al 12% per gli uomini.

Cause

L'opinione generale ha accettato il fatto che il disturbo depressivo maggiore abbia un determinismo multifattoriale: molte cause sono infatti coinvolte nella sua genesi. I fattori eziologici incriminati possono essere raggruppati in tre grandi categorie: biologico, psicologico e sociale.

Secondo il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali IV (DSM-IV) i criteri diagnostici per un episodio depressivo maggiore sono: cinque (o più) dei seguenti sintomi presenti durante lo stesso periodo di due settimane e rappresentano un cambiamento rispetto al livello precedente di funzionamento, e almeno uno dei sintomi è costituito da umore depresso o perdita di interesse o di piacere: umore depresso (equivalente ad un acuto senso di tristezza, vuoto dentro) nella maggior parte del giorno, quasi ogni giorno nei bambini e negli adolescenti, l'umore può essere irritabile; anedonia (marcata riduzione di interesse o piacere per tutte o per quasi tutte le attività), la maggior parte del giorno, quasi ogni giorno, al punto che anche svolgere attività o hobby, non da più piacere alla persona interessata.

Significativa perdita di peso o aumento di peso non correlata ad una dieta particolare (ad esempio un cambiamento di più del 5% del peso corporeo in un mese) o diminuzione / aumento dell'appetito quasi ogni giorno (riconoscendo che molta forza negli individui è data dal mangiare), insonnia o ipersonnia (episodi prolungati di sonno, svegliarsi con difficoltà), quasi ogni giorno; agitazione o ritardo psicomotorio quasi ogni giorno, affaticamento (stanchezza, esaurimento) o mancanza di energia quasi ogni giorno, sentimenti di autosvalutazione o di colpa eccessivi o inappropriati quasi ogni giorno; riduzione della capacità di pensare o di concentrarsi o indecisione, quasi ogni giorno, pensieri ricorrenti di morte (non solo paura di morire), ricorrente ideazione suicidaria senza un piano specifico o un tentativo di suicidio o di un piano specifico per commettere suicidio. ...