Sangue nel vomito (vomito)


Bocca | Gastroenterologia | Sangue nel vomito (vomito) (Symptom)


Descrizione

Il sangue nel vomito è conosciuto con il termine medico di Ematemesi. Il sanguinamento si verifica solitamente dal tratto gastrointestinale superiore. Può facilmente essere confuso con emottisi o tosse con sangue, anche se quest'ultimo è più comune. Quando il sangue viene vomitato, può avere un colore rosso chiaro o rosso scuro. Il sangue può essere visto, o può venire mescolato al cibo.

Cause

Il tratto GI superiore comprende lo stomaco, la bocca, la gola, l'esofago, e la prima parte dell'intestino tenue. Il sangue nel vomito può provenire da uno qualsiasi di questi luoghi. Per esempio, vomito molto forte o continuo per un tempo molto lungo può causare una lacerazione in piccoli vasi sanguigni della gola o dell'esofago, producendo striature di sangue nel vomito.

Delle vene gonfie nelle pareti della parte inferiore dell'esofago o dello stomaco possono iniziare a sanguinare. Queste vene sono presenti in persone con gravi danni al fegato.

Altre cause possono includere: sanguinamento da ulcera allo stomaco, prima parte del piccolo intestino, o dell'esofago, difetti nei vasi sanguigni del tratto GI, gonfiore, irritazione o infiammazione della mucosa dell'esofago (esofagite) o del rivestimento dello stomaco (gastrite ), deglutizione del sangue, per esempio dopo s ilangue dal naso, tumori dello stomaco o all'esofago, sindrome di Zollinger-Ellison e fumo.

Diagnosi e trattamento

L'ematemesi è trattata come un'emergenza medica. La distinzione più importante è se vi è perdita di sangue sufficiente a provocare scosse o meno. ...